Come Imbiancare casa ?

Qual è il periodo migliore?

Qual è il prodotto sicuro?

Da dove iniziare?

 

13461485836829-0-680x276

 

 

 

 

 

L’imbiancatura delle pareti è un lavoro delicato che se non viene fatto correttamente può dare spiacevoli risultati e il senso di un ambiente trasandato.

L’imbianchino consiglia di farlo nei mesi caldi perché, una volta finito, bisognerà sicuramente arieggiare l’ambiente per un giorno o due.

Si inizia col disporre il mobilio al centro della stanza e si copre il tutto con del nylon leggero.

Si nastrano poi con delle “paperelle” di carta tutte le parti da proteggere: interruttori, prese di corrente, battiscopa….

Successivamente si copre il pavimento con un materiale apposito.

Ideali sono i fogli a due strati, sopra in lana riciclata, sotto in nylon.

Questo tessuto ha la funzione di assorbire il colore e isolare la parte sottostante.

Si tratta di un passaggio molto importante perché utilizzando dei comuni fogli impermeabili (nylon) si rischia di attaccare il colore sotto la suola delle scarpe trasportandolo poi in tutto l’ambiente.

A questo punto, con un raschietto, bisogna togliere i vecchi strati di colore che tendono a staccarsi e poi si stuccano le parti danneggiate. Alla fine bisogna livellare la parete con della carta vetrata, partendo con quella grossa per dopo passare a quella a grani sottili.

Preparare la parete pulendola da polvere e ragnatele con un aspiratore e se l’ambiente presenta delle tracce di muffa bisogna eliminarle con prodotti appositi a base salina.

Ora bisogna passare una mano di isolante o aggrappante per proteggere le pareti.

Preparare il colore diluendolo opportunamente secondo le indicazioni del produttore e mescolare lentamente.

Applicare una mano di colore a pennello, a rullo o a spruzzo, partendo sempre dal soffitto.

La seconda mano si applica quando la precedente è ben asciutta.

Finito il lavoro si tolgono le protezioni applicate a battiscopa e prese.

Si ritocca dove serve utilizzando un pennello piccolo.

 

Prodotti sicuri

La scelta del materiale è fondamentale per il risultato finale.

Un tipo di pittura è la idropittura a base d’acqua, un prodotto atossico, ottimo per la casa grazie alle sue caratteristiche di traspirabilità e lavabilità.

Indispensabile per ambienti umidi come cucina e bagno, questa evita la formazione di muffe.

Per lavabilità si intende una maggiore resistenza della vernice ad assorbire le macchie, specialmente se si interviene con tempestività, per questo si utilizza anche nelle stanze dei bimbi, ambienti di lavoro o scale condominiali.

Un prodotto più economico è la tempera, adatta per ambienti semplici come ripostigli o garage.

La qualità del risultato è decisamente inferiore e meno duratura.

La pittura acrilica garantisce un ottimo risultato, assicurando brillantezza, ma presenta la caratteristica di essere meno atossica delle idropitture.

Quando si colora una parete esterna bisogna considerare che gli agenti atmosferici e l’umidità, sottoforma di vapore acqueo, favoriscono il deterioramento.

Per queste situazioni la pittura adatta è la silossanica.

Questo tipo di pittura consente all’umidità interna di fuoriuscire e nel contempo impedisce l’ingresso a quella esterna.

Per queste sue caratteristiche è particolarmente indicata nel restauro di edifici storici.

Un fattore altrettanto importante è quello della scelta del pennello. L’elemento che ne determina la qualità è il tipo di setola.

Sul mercato si trovano pennelli in setole naturali, setole sintetiche e setole miste.

Le setole naturali (maiale, cinghiale, bue) sono robuste, resistenti e assorbono molto bene la pittura, per contro generalmente non vengono utilizzate per gli smalti diluibili con acqua perché tendono ad assorbire molto liquido, si gonfiano e perdono la stabilità.

Oggi le nuove tecnologie offrono buoni materiali sintetici, affidabili e versatili, a differenza di prima quando si era costretti ad acquistare prodotti pregiati come il pelo di martora per avere un buon risultato.

I pennelli misti sommano i vantaggi di quelli naturali, resistenza e capacità di assorbire colore, e la stabilità di quelli sintetici.

Danno ottimi risultati se impiegati su vernici trasparenti, lacche a base di acqua o in essa solubili.

 

SE HAI DEI DUBBI O NON TI SENTI SICURO CONTATTACI PRESSO LA NOSTRA SEDE IN PROVINCIA DI TREVISO

MANDEREMO UN NOSTRO CONSULENTE IMBIANCHINO CHE GRATUITAMENTE E SENZA IMPEGNO TI CONSIGLIERA’ COSA E’ MEGLIO FARE

 

Il Diamante S.A.S. di Vespignani G.& C.

Via Quartiere del Piave, 651/2

31053 PIEVE DI SOLIGO (TV)

Telefono : 0438/966780

E-mail commerciale@ildiamantesas.com